Ingegneria dell'Automazione

Una moto da competizione L'ingegneria dell'automazione ha come scopo il progetto, la realizzazione e la gestione di dispositivi e sistemi atti a far funzionare macchine, impianti, reti e apparati di servizio in modo corretto, economicamente efficiente, tecnicamente sicuro e, per quanto possibile, autonomo.
Sistemi di automazione di crescente complessità sono oggi presenti in quasi ogni settore: dall'industria al terziario, dai trasporti all'agricoltura, dall'edilizia alla gestione e difesa delle risorse naturali. Essi contribuiscono a rendere i processi produttivi più efficienti, a migliorare le prestazioni dei prodotti e in generale a migliorare le condizioni di lavoro e di vita.

Robot ABB IRB140
Il corso di studio in Ingegneria del'Automazione fornisce una approfondita preparazione interdisciplinare, che integra le tecnologie classiche dell'ingegneria, quali la meccanica e l'elettrica, con le più avanzate tecnologie dell'informazione, l'automatica, l'elettronica, l'informatica, le telecomunicazioni.

 

Un campo eolico I laureati, per la loro versatilità e per l'ampiezza della loro preparazione, trovano impiego in tutti i comparti della produzione industriale e dei servizi in cui l'automazione ha un'importanza crescente:

  • nell'industria manifatturiera;
  • nelle industrie produttrici di macchine automatiche, di robot e di sistemi meccatronici;
  • nell'industria di processo, chimica, petrolchimica, tessile, della plastica, dell'energia;
  • nel settore dei trasporti, con riferimento sia ai singoli mezzi di trasporto, auto, moto, treni, velivoli, navi, sia ai sistemi di gestione delle reti ferroviaria, autostradale, metropolitana;
  • nell'industria produttrice di beni di largo consumo, elettrodomestici, giochi;
  • nei servizi di gestione delle reti di pubblica utilità, acqua, gas, energia elettrica.

 

Presentazione OpenDay 2016